Come nasce l’idea

L’idea imprenditoriale nasce da una serie di esperienze personali nel campo della progettazione, della grafica, della fotografia, del management dei social media e dell’information tecnology che ha permesso nel tempo di verificare le numerose interazioni tra questi campi all’apparenza molto distanti tra loro ed i possibili vantaggi per l’utenza dell’integrazione tra le diverse professionalità.

 

In che cosa consiste

L’obiettivo è quello, attraverso un sistema di capacità e competenze flessibili, di rispondere ai bisogni ed alle necessità del professionista, dell’impresa o del semplice cliente finale offrendo soluzioni semplici ed efficaci avendo nel contempo un unico interlocutore a partire dal progetto, alla sua realizzazione ed al supporto post produzione.

UN CATTIVO PROGETTO

Obiettivi molto generici
Assenza di analisi
Pianificare solo una o due attività, quando ne occorrono molte altre
Non considerare azioni importanti nella Gestione del Progetto
Non considerare azioni di verifica dell’avanzamento del Progetto (e le criticità in itinere)
Non prevedere la valutazione

UN BUON PROGETTO

Obiettivi chiari e ben esplicitati
Presentazione dello scenario o del “problema”
Analisi approfondita delle fasi progettuali
Chiare fasi esecutive e sequenza delle attività
Chiari punti di controllo/verifica dell’avanzamento dei lavori
Evidenziare gli sviluppi e le “ricadute”

BRIEFING

Sia che si tratti di progettare un nuovo ambiente o un oggetto di design, di lanciare un prodotto o una attività, di produrre un servizio video o fotografico, tutto inizia con un colloquio in cui si identificheranno con chiarezza gli obiettivi, i problemi, i possibili scenari e le relative soluzioni e, last but not least, i tempi di realizzazione ed il budget che si è disposti ad investire

STUDIO E RICERCA

Una volta delineati i contorni del progetto inizierà una fase di studio che avrà lo scopo di presentare una prima proposta di soluzione.
In questa fase rientrano ad esempio la ricerca dei materiali nel caso della progettazione di un interno o una ricerca di mercato, per capire come si comportano i competitor, i canali che utilizzano e come comunicano nel caso del lancio di un prodotto o di un attività

PROGETTAZIONE

Una volta stabilita la linea di partenza, si inizia a progettare e disegnare i vari elaborati, sottoponendoli man mano ci sia qualcosa di concreto.
Tutto questo secondo una precisa tabella di marcia redatta nelle fasi iniziali della progettazione.
In questa fase sono ovviamente previste delle verifiche periodiche e delle approvazioni relative alle singole fasi del progetto nonché la valutazione dei tempi di realizzazione e dei relativi costi.

FASE ESECUTIVA

A questo punto siamo pronti per il lancio del progetto: per ingaggiare le ditte che devono realizzare le opere architettoniche, acquistare e sistemare i materiali per arredare un interno, oppure per mandare mandare tutto in stampa o per lanciare il tuo nuovo sito internet.
Anche in questa fase non possono mancare le verifiche dello stato di avanzamento dei lavori e, avendo affrontato il lavoro step-by-step e con le dovute attenzioni, saremo certi che il risultato sarà sicuramente positivo.

 

FOLLOW UP E MANUTENZIONE

Ma il nostro lavoro non finisce qui, qualsiasi progetto realizzato può aver bisogno di manutenzioni o revisioni programmate ovvero di cambiamenti a seguito dell’esperienza dovuta all’uso degli spazi.
I progetti di web o social marketing hanno bisogno di continuo monitoraggio, verifica del successo della strategia adottata e tuning degli strumenti utilizzati.
I video o i servizi fotografici vanno “rinfrescati”.
In poche parole è strategico garantire assistenza sul prodotto consegnato.